Chinulilli – “ravioli dolci fritti”

78 letture
1 minuto di lettura

I Chinulilli, deliziosi dolci fritti ripieni, spetta sicuramente un posto d’onore sulla tavola delle feste, ad iniziare dalla solennità dell’Immacolata, passando per Natale per finire a Carnevale.

I chinulilli devono il loro nome al fatto che sono dolci ripieni, da chinu che in calabrese significa pieno.

Ingredienti

farina g 550 – uova intere 4 – olio un bicchiere – zucchero 3 cucchiai – un bicchiere di vermouth – un limone grattugiato – una bustina di lievito
per il riempitivo: uva passa – noci – marmellata di uva – un po’ di miele

Preparazione

Mettete la farina a fontana sul tavolo e aggiungete tutti gli ingredienti e dopo aver amalgamato l’impasto con le mani, passatelo nella macchina della pasta e fate una sfoglia sottile.
Con un bicchiere fate dei dischi e mettete su ognuno di essi una cucchiaiata dell’impasto fatto precedentemente con uva passa, noci tritate amalgamati con un po’ di marmellata di uva e miele.

Piegate i dischi in modo da ottenere delle mezze lune; fissate i bordi bagnandoli con i bianchi d’uovo e premendoli bene con le dita.

Ungete e infarinate una teglia e disponetevi i dolcetti che vanno infornati per 20 minuti o fritti.

Tratto da Le Ricette di Giusy, Edizioni Orizzonti meridionali, di Giuseppina Labonia, socia di Rossano Purpurea

Ass. Rossano Purpurea

Le finalità e azioni di “Rossano Purpurea” si inquadrano, quindi, nella volontà di contribuire al rilancio della nostra realtà cittadina e territoriale, mettendo a disposizione – in modo gratuito e volontario – competenze, tempo e, soprattutto, passione per puntare ad un’organizzazione sinergica dei servizi, ad una promozione strategica, alla scelta concreta e costante della strada della collaborazione per la risoluzione delle criticità.

Non ultimo, obiettivo dell’Associazione è quello di porsi come interlocutore attento, e si spera credibile, nelle diverse dinamiche che interessano lo sviluppo e il futuro della nostra terra.

Fare rete, cercare sinergie tra le tante positività esistenti, di diverso tipo, per costruire sistemi fruibili e comunicabili; per perseguire un’organizzazione efficiente; per provare ad essere efficaci.

Prossima Storia

Crustuli