Pasta a confetti

2600 letture
1 minuto di lettura

Pasta a confetti un tipico dolce natalizio della tradizione calabrese.

Ingredienti

per impasto: farina g 500 – uova intere 4 – cognac un bicchierino – sugna o olio un cucchiaino – zucchero un cucchiaio – un limone grattugiato
per decorazione: miele – diavoletti colorati – mandorle – cannella – foglie di arance

Preparazione

Disponete la farina a conca e mettetevi le uova intere, il liquore, lo zucchero, la sugna o l’olio e la buccia del limone. Fatene una pasta compatta e solida; lavoratela bene, poi lasciatela riposare un po’. Tagliatela a pezzi e, prendendone uno per volta, formate dei lunghi bastoncini e troncateli a pezzettini non più lunghi di un centimetro.

Quando saranno tutti pronti, friggeteli in olio bollente, senza farli colorare troppo, e poggiateli su una carta assorbente.

Mettete una casseruola con il miele sul fuoco e quando sarà bollente gettatevi i confettini in piccole quantità e lasciateli per due o tre minuti.

Raccoglieteli con una schiumarola, poggiateli man mano (con un cucchiaio) su singole foglie di arance, spolverizzateli di zucchero a velo, diavoletti colorati e cannella se piacciono, mandorle a pezzettini e buccia di limone e adagiateli tutti, in bella disposizione, in un vassoio.

Tratto da Le Ricette di Giusy, Edizioni Orizzonti meridionali, di Giuseppina Labonia, socia di Rossano Purpurea

Ass. Rossano Purpurea

Le finalità e azioni di “Rossano Purpurea” si inquadrano, quindi, nella volontà di contribuire al rilancio della nostra realtà cittadina e territoriale, mettendo a disposizione – in modo gratuito e volontario – competenze, tempo e, soprattutto, passione per puntare ad un’organizzazione sinergica dei servizi, ad una promozione strategica, alla scelta concreta e costante della strada della collaborazione per la risoluzione delle criticità.

Non ultimo, obiettivo dell’Associazione è quello di porsi come interlocutore attento, e si spera credibile, nelle diverse dinamiche che interessano lo sviluppo e il futuro della nostra terra.

Fare rete, cercare sinergie tra le tante positività esistenti, di diverso tipo, per costruire sistemi fruibili e comunicabili; per perseguire un’organizzazione efficiente; per provare ad essere efficaci.

Storia Precedente

Crustuli

Prossima Storia

Cullurielli