“Io Sono Radice #2023”

///
481 letture
3 minuti di lettura

Uomini ed Ambiente. Omaggio a Giorgio Leone

Mostra collettiva d’Arte Contemporanea

Si inaugura sabato 27 maggio alle ore 17.30 presso la Sala degli Stemmi (Arcivescovado) di Rossano, la prima edizione della mostra di Arte diffusa “Io sono Radice#2023” – Uomini e Ambiente. Omaggio a Giorgio Leone, curata da Marilena Morabito e Floriana Spanò, organizzazione e Direzione Artistica dall’Associazione ACAV, promossa dall’Associazione Rossano Purpurea. 

L’evento si svolgerà all’interno del suggestivo centro storico di Rossano, dal 27 maggio 2023 fino alla fine di luglio 2023. La collettiva d’arte contemporanea “Io sono radice #2023” si inserisce nell’ambito dell’azione culturale “Patir”, alla sua seconda edizione, organizzata dall’Associazione Rossano Purpurea, manifestazione che nasce con la finalità di costruire un cammino di conoscenza e valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale del territorio della Sibaritide e che si svolgerà dal 26 al 28 maggio 2023 nella cornice monumentale dell’antico monastero basiliano del Patire, luogo simbolo della città di Corigliano-Rossano.

La mostra “Io sono Radice#2023” rappresenta un omaggio speciale a Giorgio Leone, una figura di spicco nel panorama artistico e culturale di Rossano, di cui era nativo, e nazionale. Attraverso l’arte diffusa, la mostra intende esplorare i legami profondi tra gli uomini e l’ambiente circostante, sottolineando l’importanza di preservare e valorizzare il nostro patrimonio naturale e culturale.

L’Associazione ACAV, insieme all’Associazione Rossano Purpurea, sono determinate a sviluppare attività culturali e a promuovere l’arte contemporanea come strumento di crescita culturale e sviluppo socio-economico della comunità per favorire l’accesso all’arte, stimolare la creatività e valorizzare il patrimonio culturale della città di Corigliano Rossano.

In particolare, il centro storico bizantino si trasformerà in un museo diffuso, dove l’arte contemporanea interagirà con l’architettura antica, creando un connubio sorprendente tra passato e presente. I visitatori avranno così l’opportunità di immergersi all’interno delle visioni di più artisti di elevata caratura.

La presenza di artisti come Luca Centola, Luigi Citarrella, Andrea Ciriminna, Nilo Domanico, EPVS, Marco Fioramanti, Angelo Gallo, Fiorentina Giannotta, Alfredo Granata, Kezia Terracciano (Keziat), Monica Paulon, Giacomo Rizzo, Anna Romanello, Pino Savoia, Francesco Scialò e Federica Zianni contribuirà a rendere l’evento un’esperienza artistica straordinaria. Ogni artista porta con sé una prospettiva unica e un approccio distintivo all’arte contemporanea. Le loro creazioni rappresentano un vero e proprio melting pot di talento, creatività e innovazione, che si mescolano armoniosamente con il contesto storico della cittadina ionica.

I luoghi selezionati per l’esposizione delle opere includono l’Abbazia di Santa Maria del Patire, Palazzo San Bernardino, il Museo Diocesano e del Codex, Palazzo De Rosis e il Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli. Ogni spazio offre un’atmosfera unica e un contesto storico che si fonderà armoniosamente con le opere d’arte esposte, creando un’esperienza coinvolgente per i visitatori.

Il focus di “io sono radice #2023” vuole essere un progetto duraturo nel tempo che crei uno sviluppo evolutivo e culturale di un centro storico già fortemente identitario, da contaminare ed integrare ad un sistema artistico che permetta, in fasi successive, di rigenerare l’intero tessuto urbano elevandone ulteriormente il valore intrinseco. 

Inoltre la manifestazione ha coinvolto anche gli istituti comprensivi del territorio attraverso il concorso di idee “alla scoperta delle radici”. Le opere realizzate dagli studenti verranno esposte presso lo Scriptorium dell’Abbazia di Santa Maria del Patire coordinate dalla dott.ssa Mariella Arcuri e dall’arch. Antonio Cimino.

La presidenza della manifestazione “io sono radice #2023” è affidata alla dott.ssa Sofia Vetere, affiancata dal comitato scientifico composto da Fortunato Amarelli, Mariella Arcuri, Alessandra Mazzei, Donatella Novellis, Cecilia Perri, Stella Pizzuti e gode del patrocinio della città di Corigliano Rossano ed è realizzata grazie anche al contributo dei partner istituzionali del Museo Diocesano e del Codex, dell’Istituto delle suore riparatrici del sacro cuore, del Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli e della Proloco Rossano, oltre a numerosi sponsor privati.

______________________________________________________________________________________

CREDIT

Artisti in mostra:

Luca Centola, Luigi Citarrella, Andrea Ciriminna, Nilo Domanico. EPVS, Marco Fioramanti, Angelo Gallo, Fiorentina Giannotta, Alfredo Granata, Kezia Terracciano (Keziat), Monica Paulon, Giacomo Rizzo, Anna Romanello, Pino Savoia, Francesco Scialò, Sebastian Vimercati, Federica Zianni.

Titolo: “Io sono Radice #2023”. Uomini ed Ambiente. Omaggio a Giorgio Leone;

Ente Promotore: Associazione Rossano Purpurea;

Ente Organizzatore e Direzione Artistica: Associazione ACAV, presidente Stefano Milazzo;

Sede Espositiva:Centro Storico di Rossano – 87067Rossano Calabro (CS);

Curatela: Marilena Morabito, Floriana Spanò;

Presidente della manifestazione: Sofia Vetere;

Comitato scientifico: Fortunato Amarelli, Mariella Arcuri, Alessandra Mazzei, Donatella Novellis, Cecilia Perri, Stella Pizzuti;

Patrocinio:Comune di Corigliano Rossano;

Partner Istituzionali: Museo Diocesano e del Codex, Istituto Suore Riparatrici del Sacro Cuore Palazzo De Rosis, Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli, Proloco Rossano;

Ufficio Stampa e progettazione grafica:Associazione ACAV.

Si ringraziano gli sponsor sostenitori del progetto: 

Liquirizie Amarelli, Hotel San Luca, Masseria Mazzei, Agriturismo Fellino, Celestino Tessuti, Azienda Filippelli, Andirivieni Travel, Montagna , Perla di Calabria, Ferramenta Campana, Eurografic, Copycenter, Trattoria “La Bizantina”, B&B Casa Mazzei, Emporium Cafe’.


Opere


Artisti


Il Programma

Ass. Rossano Purpurea

Le finalità e azioni di “Rossano Purpurea” si inquadrano, quindi, nella volontà di contribuire al rilancio della nostra realtà cittadina e territoriale, mettendo a disposizione – in modo gratuito e volontario – competenze, tempo e, soprattutto, passione per puntare ad un’organizzazione sinergica dei servizi, ad una promozione strategica, alla scelta concreta e costante della strada della collaborazione per la risoluzione delle criticità.

Non ultimo, obiettivo dell’Associazione è quello di porsi come interlocutore attento, e si spera credibile, nelle diverse dinamiche che interessano lo sviluppo e il futuro della nostra terra.

Fare rete, cercare sinergie tra le tante positività esistenti, di diverso tipo, per costruire sistemi fruibili e comunicabili; per perseguire un’organizzazione efficiente; per provare ad essere efficaci.

Storia Precedente

PATIR: Patrimonio, Visioni, Comunità. 2a Edizione

Prossima Storia

Patìr 2023, parte l’evento alla riscoperta del monachesimo italo-greco